Mumia Abu-Jamal: “Ai miei amici di OWS”

Messaggio a OWS dettato oggi mentre in detenzione a SCI Mahanoy a Frackville, PA.

Giovedì 15 dicembre 2011

Amici di OWS,

Il mio messaggio dovrà essere breve. Ma non lasciate che questa brevità gli tolga, la sua forza.

Voi siete Il movimento centrale di questa ora. State ponendo domande che che sono nei cuori di milioni. Il vostro motto, “siamo il 99%,” è stato sentito, ascoltato, e milioni vi hanno risposto. Potete star certi che l’1% vi ha sentito con più chiarezza di tutti.

Il vostro lavoro, tuttavia, sta appena cominciando. Doveve approfondire, rafforzare e promuovere il vostro lavoro affinché possa veramente raggiungere il 99%, quasi tutti noi: lavoratori, persone di colore, latini e latine, LGBT, immigrati, asiatici, artisti, noi tutti, in quanto siamo parti integrali del 99%. Vi saluto e spero con fervore che voi cresciate oltre il numero.

Anche se oggi vi parlo per via indiretta, sono fiducioso che presto sentirete la mia voce.

Amore, allegria e musica,

Mumia Abu-Jamal

Un messaggio di solidarietà dall’arcivescovo Desmond Tutu

Sorelle e fratelli, vi saluto dal Sudafrica, il mio paese, nel nome del nostro Signore e dei legami di amicizia e di lotta comune. Sono al corrente delle vostre difficoltà e del vostro appello alla Trinity Church perché vi conceda una nuova casa dove rifugiarvi e sono solidale con voi! Possa Dio benedire questo vostro appello a possano le brave persone di quella nobile parrocchia accoglierlo, se non per facilitare l’accesso, per lo meno per una sospensione di ogni atto di violenza contro di voi e per una sospensione degli arresti.

La vostra è una voce rivolta al mondo, non solo al quartiere di Duarte Park. Bisogna rispondere con un sonoro “No!” all’ingiustizia, all’ineguaglianza e alla morsa di avidità che nel nostro tempo sta assediando l’umanità. Voi siete questa risposta. Scrivo questo a non molte miglia di distanza dalle case dei poveri nel mio paese. Mi duole che, nonostante tutti i nostri progressi, la povertà rimane. Vedete, quello che voi chiedete con un grido del cuore – che coloro che hanno troppo si ascoltino il pianto dei loro fratelli e delle loro sorelle che hanno così poco – è lo stesso grido del cuore mio e di tutti i sudafricani che credano nella giustizia.

Ho sentimenti di stima e forte amicizia per la Trinity Church che risalgono agli inizi di quando ero un giovane diacono. La loro era una costante voce di sostegno che udivo quando nessun’altro sosteneva me o il nostro amato fratello Nelson Mandela. E’ per questo che mi addolora particolarmente di sapere della vostra impasse con la parrocchia. Li esorto a trovare il modo di aiutarvi. Li esorto ad abbracciare la vocazione del nostro Dio Gesù Cristo – che esprimono così bene in tanti altri modi – ma di farlo adesso in questa occasione. Non possiamo riorganizzare i nostri affari per amore della giustizia? Quando il Sud Africa rinasceva, noi eravamo sotto gli occhi della storia, e così è adesso per voi.

In chiusura, siate certi che i mie pensieri e le mie preghiere sono con voi in questo particolare momento.

Dio vi benedica,

+Desmond Tutu

Arcivescovo emerito di Cape Town